Geometric Garden: la soluzione per Bandi PON infanzia, edugreen e outdoor learning

Lisa Lanzarini

di Lisa Lanzarini

Geometric Garden e Outdoor learning

L'outdoor learning non è di certo una novità, ma si rileva un'impennata importante di richieste e progetti che si muovono in tale direzione soprattutto in seguito alla Pandemia.

 

Banalmente, e semplicemente traducendolo dall'inglese per "outdoor learning" si intende la possibilità di imparare all'aria aperta, nel cortile della scuola o in altri spazi inconsueti che consentano un apprendimento più a contatto con la natura e lezioni potenziate dall'elemento naturale.

Ma l'outdoor learning è molto di più e rientra tra le esperienze pedagogiche di didattica attiva, spesso indicate come le migliori e più auspicabili per favorire interdisciplinarietà, socialità e rapporto con l’ambiente, oltre ad essere divertente, motivante ed efficacissimo, specie con i più piccoli.

Cos’è quindi l’outdoor learning?
Si tratta di tutto ciò che consente di imparare fuori dalle mura scolastiche, ed è in genere caratterizzato da attività che mirano a sperimentare, toccare e osservare con i propri studenti.

Uscire dall'aula per imparare cose nuove, consente ai bambini di utilizzare con più facilità tutti i sensi e spostare sempre più l'apprendimento da una sfera puramente cognitiva a un'esperienza più completa, che coinvolge competenze emotive, sociali, fisiche, creative.

Ma soprattutto, imparare all'aria aperta consente di sviluppare con più efficacia e persistenza:

  • sicurezza e consapevolezza di sé
  • cooperazione, comunicazione e sviluppo della socialità
  • nuove competenze e sensibilità ambientale
  • abilità fisiche come forza, equilibrio e resistenza

L'attività forse più comune di outdoor education è fare giardinaggio con i bambini, un’attività divertente quanto interessante che unisce competenze STEM e di espressione personale a una dimensione ludica ed entusiasmante per gli studenti.

A tal proposito è interessante ricordare che è attivo il Bando PON Edugreen, con il quale il Ministero dell’Istruzione ha destinato fondi europei per la realizzazione di attività didattiche attente al green e alla sostenibilità. Un'ottima opportunità per dotarsi di tutto quanto serve per avviare un’attività di outdoor education.

Se vuoi sapere di più su questo bando visita la pagina dedicata.

 

Un'idea particolarmente innovativa per Outdoor learning è sicuramente Geometric Garden

Le possibilità per fare outdoor learning sono molteplici, ma in particolare è interessante soffermarsi su una nuova idea nata da un disegno dell'architetto Francesco Bombardi e prodotta e distribuita da CampuStore.

Geometric Garden è un kit didattico, una soluzione per vivere l’esterno e l’interno, per fare outdoor learning, ma anche per vivere in maniera nuova l’interno degli spazi scolastici.

Il kit di base è composto da:

  • il sistema di moduli in legno Geometric Garden
  • una scheda Agrumino
  • set di semi misti
  • una videolezione sul tema di architetture scolastiche e sostenibilità

Il sistema di moduli in legno Geometric Garden, è un sistema compatto, una valigetta di circa 40 cm per lato che include tre volumi assemblabili, tre figure componibili in 3D:

  • la sfera
  • il cubo
  • il prisma

Smontando questo elemento (la valigetta, appunto) si possono – insieme ai bambini – costruire delle figure tridimensionali a partire da delle figure piane, attraverso un sistema di incastro, di interpolazione di piani, che rende possibile fondare delle situazioni, costruire ascoltando dei luoghi, posizionare le figure tridimensionali quasi “piantandole” nel terreno, in modo che diventino parte della natura.
Queste figure possono essere vissute e interpretate come tante cose diverse, architetture che uniscono umano e naturale e che permettono di essere reinterpretate per scoprire la realtà intorno a noi.
Ecco allora che il cubo può diventare un tunnel per il gioco, il prisma può diventare una serra, la sfera è pensata per essere utilizzata come una “bomba di semi” che può ospitare tante piantine diverse da veder germogliare, insieme ai propri studenti.

Queste tre indicazioni di utilizzo sono solo ipotesi, le possibilità suggerite dalla fantasia – soprattutto dei bambini – sono infinite.

Tutti i componenti sono stati disegnati dall’architetto Bombardi per poter essere realizzati a partire da un unico foglio di compensato di betulla in modo da consentire di azzerare gli scarti, anche in ottica di riduzione massima degli sprechi e di sostenibilità ambientale.

 

Il prodotto può ovviamente essere trattato per durare a lungo, ma la sfida auspicata e suggerita dall’architetto è quella invece di lasciarlo allo stato naturale e in natura, lasciare che il legno una volta tanto sia vissuto come una presenza in trasformazione, che fa tutt’uno con il contesto e da esso può essere riassorbito e inglobato. Riassorbito dalla natura, diventando così casa e abitazione per microrganismi e quindi diventare anche un osservatorio per capire quali sono i passaggi del tempo e come il tempo determina dei cambiamenti e delle trasformazioni.

 

Un prodotto che così vissuto diventa quasi un organismo "a perdere", che però porta  una ricchezza e un valore in più, perché ci dà un’informazione e una consapevolezza aggiuntiva sul tempo che passa e sulla trasformazione, contro la cultura dell’obsolescenza programmata della cultura consumistica, contro l'approccio che porta a cambiare una cosa non appena si trasforma, si scheggia o accoglie la patina del tempo, che invece il nuovo Geometric Garden aiuta ad accogliere e reinterpretare.

 

Il valore del tempo è una cosa che siamo abituati ad apprezzare ad esempio nel cibo, mentre spesso ci sfugge in altri ambiti. siamo consci che un Parmigiano reggiano o un'aceto balsamico di Modena più invecchiano più sono preziosi, conosciamo molti vini di valore che con il tempo diventano assai più preziosi, eppure questo valore ancora ci sfugge nella quotidianità intorno a noi e che invece è proprio della cultura orientale.

Dall'accettazione di questo principio può nascere una sperimentazione aperta anche a delle possibili sorprese, ma con una coerenza di fondo, che è quella di applicare il pensiero scientifico anche all’arredo, progettato in parte a monte, ma che è anche un oggetto vivo che valorizza il pensiero scientifico e l’ambiente in cui è immerso: ogni ambiente, ogni scuola, ogni cortile così vissuto potrà offrire un risultato diverso e un diverso segno del tempo.

Non solo outdoor learning

Ma Geometric Garden non è pensato solo per l'aria aperta.

Si tratta anche di un kit intelligente perché trasmette dei dati, grazie a un connettore digitale: Agrumino, un dispositivo open source al 100%, che permette di monitorare le condizioni dell’ambiente circostante e delle piante a cui viene collegato in particolare. Agrumino non è solo una scheda: include un software che può anche essere anche proiettato in un monitor della scuola per mostrare lo stato di umidità, temperatura, luminosità a cui sono soggette tutte le piante dell’istituto.
Agrumino può essere interpretato come un sistema che collega anche le piante che si vogliono inserire all'interno della scuola, punti disseminati negli spazi scolastici capaci di restituire informazioni, dati e far riflettere sui diversi spazi scolastici e sulla loro qualità.

 

Per tutti questi motivi Geometric Garden è una soluziione perfetta anche per il Bando PON Ambienti Didattici Innovativi per la Scuola dell'Infanzia, lanciato con l'Avviso pubblico Prot. 38007 del 27 maggio 2022, e che intende sostenere la realizzazione di ambienti didattici innovativi nelle scuole dell’infanzia statali, la creazione o l’adeguamento di spazi di apprendimento innovativi.

L’importo massimo del finanziamento per la realizzazione di “Ambienti didattici innovativi per la scuola dell’infanzia” è pari a euro 75.000,00 IVA inclusa. Per la fornitura di beni e attrezzature la scuola dovrà spendere almeno il 90% dell’importo richiesto fino ad un massimo del 100% dell’importo.

Gli interventi ammissibili prevedono l’allestimento e/o l’adeguamento degli ambienti destinati all’apprendimento a disposizione delle sezioni di scuola dell’infanzia, attraverso l’acquisto di arredi e attrezzature didattiche e digitali coerenti con gli obiettivi educativi della fascia di età 3-6 anni.

Gli strumenti acquistabili con questo finanziamento sono:

  • Arredi
  • Attrezzature digitali innovative
  • Attrezzature didattico-educative

Geometric Garden e Bandi PON Attivi: il webinar di approfondimento

Ti interessano queste tematiche? Approfondiscile con noi!

 

oppure

oppure

Lisa Lanzarini L' autore

È la “mamma” e la responsabile di Campustore Academy, ideatrice della filosofia di fondo, degli approcci e dello stile di tutto ciò che è contenuto formativo in Campustore. Campustore Academy da lei prende la morbidezza, la voglia di non stare dentro un percorso lineare e prestabilito, di evolvere, cambiare e lasciarsi contaminare da tante influenze diverse: maturità scientifica, laurea umanistica e un master in economia la rendono un crogiolo confuso, caotico e rocambolesco alla ricerca di nuove strade e nuove idee per imparare. Appassionata di LEGO, robotica educativa, letteratura, cucina etnica, è la voce e il volto di tutti i webinar (e di molti video) di Campustore e per questo nutre il fondato sospetto che prima o poi, per la legge del contrappasso, perderà la voce come “La Sirenetta”. E i suoi colleghi ringrazieranno. LEGO Education Academy Teacher trainer e formatrice per: Google e Google Workspace for Education, robotica educativa, creatività, tinkering, STEAM, LEGO Six Bricks.

Iscriviti alla Newsletter

Per restare sempre aggiornato sulle novità, gli eventi e le iniziative di didattica innovativa iscriviti alla nostra coloratissima newsletter!