fbpx

G Suite for Education diventa Google Workspace for Education: le novità 2021 per le scuole

Matteo Merlo

di Matteo Merlo

Si è svolto tra il 17 e il 18 febbraio 2021 Learning with Google, l'evento globale organizzato da Google per lanciare le maggiori novità ideate dal colosso di Mountain View per semplificare e migliorare il lavoro di docenti e studenti. In questo articolo vi riassumiamo quelle più interessanti.

Giovedì 25 febbraio alle 17.00 le approfondiremo invece in un webinar gratuito assieme ad Alessandro Bencivenni, conosciuto nella comunità di docenti come Prof Digitale e al nostro Uomo-Google Matteo.

L'annuncio di gran lunga più importante è la trasformazione da G Suite for Education a Google Workspace for Education. Questa versione migliorata include tutti i prodotti che abbiamo utilizzato finora come Classroom, Meet, Drive, ecc., con un'immagine totalmente rinnovata.

Cos’è Google Workspace for Education e cosa cambia rispetto a G Suite for Education?

A differenza di G Suite for Education, Google Workspace for Education è offerta in quattro versioni differenti, che offrono più opzioni, controllo e flessibilità:

  1. Google Workspace for Education Fundamentals. Questa edizione è gratuita ed equivalente alla precedente G Suite for Education. Per tutti voi che avete già G Suite for Education: non preoccupatevi perché non dovrete apportare modifiche.
  2. Google Workspace for Education Standard. Questa edizione fornisce nuovi strumenti avanzati di analisi e sicurezza che aiutano a ridurre rischi e minacce e consentono un maggiore controllo in tutto l'ambiente di apprendimento.
  3. Teaching and learning upgrade. In questa versione vengono offerti strumenti avanzati per gli insegnanti e funzionalità di comunicazione video avanzate su Google Meet, funzionalità per arricchire le esperienze di classe in Classroom e strumenti che supportano lo sviluppo del pensiero critico e l'integrità degli studenti con rapporti sull'originalità.
  4. Google Workspace for Education Plus. Questa versione, precedentemente nota come G Suite Enterprise for Education, è la soluzione più completa, che integra le funzionalità delle edizioni Fundamentals, Standard e Teaching and Learning Upgrade. Include strumenti avanzati di analisi e sicurezza, supporti per l'insegnamento e l'apprendimento e altro ancora.

Oltre 50 nuove funzioni Google for Education

Ma le novità non finiscono qui: Google for Education ha infatti presentato più di 50 nuove funzioni nei suoi prodotti educativi per quest'anno 2021. Eccone alcune!

Google Classroom: cosa c'è di nuovo

In Classroom troveremo più strumenti, controlli e funzionalità per aiutare gli studenti a imparare da qualsiasi luogo, oltre a semplificare il lavoro per gli insegnanti.

Alcune di queste nuove funzionalità sono:

  • Sincronizzazione elenco*. Permetterà di sincronizzare gli elenchi direttamente con Classroom dal sistema scolastico.
  • Monitoraggio del coinvolgimento degli studenti**. Consentirà ai docenti di vedere statistiche rilevanti su come gli studenti interagiscono con Classroom.
  • Modalità offline**. Classroom potrà essere utilizzato senza una connessione Internet per gli studenti o le scuole con connettività limitata.
  • Integrazione di strumenti di terze parti con plug-in Classroom***, come Kahoot, Nearpod o Adobe.

* Incluso nella versione Education Plus.
** Incluso nella versione Fundamentals.
*** Incluso nelle versioni Education Plus e Teaching and Learning Upgrade.

Google Meet: esperienze di apprendimento più coinvolgenti

Lo scorso anno Google Meet è diventato lo strumento di punta di Google for Education, poiché è stato essenziale per insegnare, imparare e rimanere in contatto durante le lezioni a distanza. Da quest'anno, ci offre nuove funzioni per rafforzare la parte di sicurezza nelle classi virtuali.

  • Termina chiamata per tutti*. Gli insegnanti potranno terminare gli incontri per tutti i presenti, impedendo così agli studenti di rimanere all'interno dopo che se ne sono andati.
  • Reazioni con le emoticon*. Questa funzione rende più facile per gli studenti partecipare ed esprimersi con le reazioni emoji su Meet.
  • Integrazione con Google Classroom*. Classroom e Meet funzioneranno ancora meglio. Ogni riunione Meet creata da Classroom sarà più sicura per impostazione predefinita: quando le riunioni verranno generate da Classroom, gli studenti non potranno partecipare prima dell'insegnante, mentre Meet saprà anche chi si trova nell'elenco di Classroom, quindi solo gli studenti e gli insegnanti della classe possono partecipare.
  • Trascrizione della riunione**. In questo modo, si potranno condividere facilmente le trascrizioni con gli studenti, rivedere ciò che è stato discusso durante la lezione o tenere un registro per consultazioni future.

* Incluso nella versione Fundamentals.
** Incluso nelle versioni Education Plus e Teaching and Learning Upgrade.

Chromebook: le ultime novità

Anche i Chromebook cambiano e migliorano, con funzioni e strumenti per commentare che aiuteranno a facilitare l'apprendimento da qualsiasi luogo.

  • Registrazione dello schermo da Chrome OS.
  • Introduzione di 500 nuove impostazioni di Chrome nella console di amministrazione di Google. Su tutte spicca la registrazione Zero Touch, che faciliterà l’aggiornamento e la gestione dei Chromebook su larga scala da remoto.
  • Lancio di oltre 40 nuovi Chromebook, che includono il loro touch screen, doppia fotocamera, convertibili, ecc. A tal proposito una delle novità più grandi è, senza dubbio, il miglioramento dei dispositivi che offrono la possibilità di aiutare gli studenti con una connessione Internet limitata grazie alla loro opzione di connettività LTE.

Accessibilità: attenzione ad ogni studente

Infine, ma non meno importante, Google for Education ha lanciato nuove funzioni di accessibilità, che rendono i prodotti didattici di Google Workspace for Education adatti a tutti gli studenti.

  • Tasti colorati sui Chromebook.
  • Miglioramenti di ChromeVox. Include tutorial migliorati, la possibilità di cercare menu ChromeVox e un attivatore vocale fluido che cambia automaticamente la voce dello screen reader in base alla lingua del testo.
  • Miglioramenti della compatibilità Braille in Google Docs.

Queste sono solo alcune delle novità presentate per migliorare l'insegnamento e l'apprendimento di studenti ed insegnanti… da qualsiasi luogo!

 

Matteo Merlo L' autore

Si occupa di Google e G Suite for Education in Italia a 360°: durante il primo lock down del 2020 è stato la voce rassicurante e la mente paziente dietro al supporto offerto alle scuole che si ritrovavano a far lezione a distanza per la prima volta. Appassionato di ICT, digital e videogiochi fin da bambino, ha scelto un percorso di studi che l’ha portato a fare dei propri interessi una professione… una laurea in Informatica e una specializzazione in Net Economy però, non l’hanno distratto dalla sua passione più importante: la scelta di studiare alla Linnaeus University è stata dettata esclusivamente dalla sua passione per le ragazze svedesi! È un problem-solver con una collezione smisurata di cacciaviti e coltellini svizzeri “di emergenza”, che ama il Giappone, i set LEGO a tema spaziale, le custodie, i contenitori e gli zaini tecnici da viaggio. Non per niente è sempre in giro a visitare le scuole di tutta Italia.

Articoli correlati

G Suite Google for Education

G Suite Enterprise for Education: cos’è e come attivarla

di Matteo Merlo

30 Set 2020

G Suite for Education

G Suite for Education: cos’è e come usarla al meglio

di Matteo Merlo

09 Nov 2020

Iscriviti alla Newsletter

Per restare sempre aggiornato sulle novità, gli eventi e le iniziative di didattica innovativa iscriviti alla nostra coloratissima newsletter!